Yutopia, gruppo giovani IdeAzione: seminario su temi d’attualità

L’associazione IdeAzione amplia i suoi orizzonti grazie al nuovo gruppo giovani di YŪTOPIA con il loro progetto. Si tratta di un gruppo di ragazzi, età 19-22 anni, Alberto Benozzato, Riccardo Brotto, Chiara Contro, Sara Mistrorigo, Milica Paunović, Martina Peruzzo, Francesca Righetto, Diletta Stella e Luca Zaltronstudenti, che vogliono approfondire temi di attualità attraverso incontri con esperti di diversi settori, in modo da acquisire conoscenze solide da poter condividere con un pubblico coetaneo in futuri eventi, quali conferenze, dibattiti ed iniziative sui social. Il nostro obiettivo è creare un “luogo di condivisione” in cui i ragazzi si identifichino in un gruppo coeso, nel quale vengano promossi ideali etici e sostenibili e si instauri un sano rapporto di confronto e partecipazione; vogliamo promuoverci come ponte tra passato, presente e futuro, come piazza dialogante e punto di riferimento aggregativo per i giovani attraverso un divertimento “responsabile”.

Il gruppo giovani dell’associazione culturale “L’IdeAzione”, propone per i propri membri un percorso formativo che li porti ad una maggiore consapevolezza e conoscenza, nella convinzione che per la formazione della persona sia indispensabile coniugare il sapere cognitivo a quello emotivo. Molti sono i temi che si vuole affrontare: il rispetto delle differenze nella tutela delle pari opportunità; il saper riconoscere il ruolo che hanno i sentimenti nel processo formativo del singolo individuo; l’educazione alla parità tra sessi e l’educazione socio-affettiva come strumenti prioritari di prevenzione alla violenza (non solo a quella di genere); cosa significa essere cittadini del mondo e cosa sono la cittadinanza attiva, la mafia, il terrorismo; la donna come bottino di guerra; le relazioni internazionali; comunicazione e moda; le fake news; lo sviluppo etico e sostenibile; essere cittadini della Comunità europea e il ruolo del Parlamento Europeo.

Il percorso, che si svolge attraverso la piattaforma Zoom nel periodo che va dal novembre 2020 al marzo 2021, è suddiviso in sei macroaree, ognuna con un proprio referente:
● cosa significa essere cittadini del mondo, cittadinanza attiva e antimafia (referente: Mariapia Ciani);
● Schegge. Per favore, non chiamateli uomini! Lotta contro la violenza di genere (referenti: Marzia Garofletti, Rossella Menegato e Team Schegge);
● politiche internazionali, fake news e terrorismo (referente: Ubaldo Alifuoco);
● Unione Europea (referente: Alessandra Moretti);
● moda e comunicazione (referente: Fiammetta Benetton);
● sostenibilità e ambiente (referente: Giovanni Viale).
Per il primo modulo si propongono cinque incontri con la dott.ssa Mariapia Ciani:
– Presentazione del progetto “Educazione alla Bellezza”;
– Giustizia, norma, legge, legalità: sinonimi ma non uguali;
– “Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me”: Legalità intesa come Educazione alla Bellezza… tra falsi stereotipi e speculazioni filosofiche;
– Mafia e Antimafia: l’azione delle associazioni e fondazioni presenti sul territorio;
– Il contributo della settima arte: Cinema e Legalità.
Al secondo modulo, i temi e i formatori proposti sono molteplici:
– incontro preparatorio con Marzia Garofletti e Rossella Menegato, l’autrice del libro omonimo, sul Progetto Schegge;
– incontro con l’avvocato Martina Sartori sugli stereotipi di genere e le macro differenze tra legislazione italiana ed americana sul tema della violenza di genere;
– incontri “From me to you” con la psicopedagogista e mediatrice familiare e dei conflitti Barbara Piva sui temi dell’amore e dei rapporti sani;
– incontro “Guerra e Donna. Il grande Bottino di Guerra: lo stupro come strumento e tecnica di guerra (dal Vietnam ai Balcani passando per le marocchinate delle Seconda guerra
Mondiale)” con la storica Sonia Residori;
– incontro con la dott.ssa Nausicaa Marchiori, teologa, educatrice e formatrice, sul ruolo della donna nelle tre grandi religioni monoteiste a confronto;
– incontro con Nadia, caposala al Pronto Soccorso di Vicenza, e la dottoressa Annalisa Zanon sul nuovo protocollo contro la violenza di genere.
Nel terzo modulo con l’Associazione “11 Settembre” si affrontano i temi:
– dell’ordine internazionale dal 1945 al 1989 (Gen. Enrico Pino);
– del nuovo (dis)ordine mondiale dopo l’89 (dott. Ubaldo Alifuoco);
– delle fake news e della comunicazione (Gen. Francesco Ippoliti);
– dell’enigma Cina (dott. Ubaldo Alifuoco);
– degli USA da Trump a Biden. (dott. Ubaldo Alifuoco).
Il quarto modulo riguarda l’Unione Europea e si svolge con l’Europarlamentare Alessandra Moretti ponendo l’attenzione su:
– com’è strutturato il Parlamento Europeo;
– diritti ed Unione Europea;
– il ruolo della donna nelle istituzioni europee e la lotta alla violenza di genere;
– il Recovery Fund e la città del futuro;
– il Green Deal e la lotta al cambiamento climatico;
– le etichettature.
Nel quinto modulo, “Moda e Comunicazione”, con la giornalista Fiammetta Benetton per:
– la definizione di comunicazione;
– le cinque C della crescita: conoscenza, competenza, consapevolezza, contesto e controllo;
– la comunicazione ed il cambiamento;
– moda e costume;
– il ruolo dei codici condivisi;
– le scale di valore;
– l’evoluzione della moda e del costume nel tempo;
– il significato del logo;
– moda e tendenze;
– moda, eticità e sostenibilità.
Al sesto modulo, “Sostenibilità ed ambiente”, l’imprenditore Giovanni Viale illustrerà:
– le sue esperienze personali nell’agricoltura e nella cooperazione internazionale;
– le possibilità per le imprese italiane in Africa;
– l’agricoltura sostenibile;
– il ruolo delle organizzazioni umanitarie in Africa;
– il biologico vs. l’ecologico;
– l’agricoltura intensiva in Africa e il suo impatto ambientale.
Obiettivi progetto formativo
Gli incontri formativi hanno lo scopo di far acquisire al gruppo competenze riguardanti i diversi temi affrontati, in modo da poter costruire un pensiero critico ed interdisciplinare, saper dialogare in
maniera costruttiva con eventuali ospiti ed esperti nei futuri eventi, imparare a gestire incontri pubblici e acquisire un comportamento consono all’intrattenimento di una platea.
Progetti futuri
Alla conclusione del percorso formativo, il gruppo giovani dell’associazione “L’IdeAzione” si pone come obiettivi:
– la realizzazione di attività culturali (mercatini “circolari”, corsi di meditazione e mindfulness, aperitivi ricreativi, passeggiate culturali…) con l’eventuale partecipazione dei relatori citati precedentemente e di professionisti, al fine di sensibilizzare la cittadinanza;
– la realizzazione di attività di formazione quali progetti di alternanza scuola-lavoro, laboratori creativi e conferenze in collaborazione con professionisti ed associazioni del
territorio;
– la creazione di contenuti multimediali attraverso social network e blog al fine di informare gli utenti riguardo temi di attualità e promuovere eventi organizzati dal gruppo;
– l’avvio di attività di collaborazione con enti pubblici e privati, biblioteche, università e scuole con lo scopo di creare un ponte intergenerazionale e interdisciplinare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- Pubblicità -